Andrologo e Impotenza

Una Disfunzione Sessuale può presentarsi con varie sfaccettature quali una diminuzione del desiderio sessuale, una difficoltà ad iniziare una erezione pur in presenza di adeguati stimoli, la impossibilità ad ottenere una rigidità del pene che possa consentire la penetrazione vaginale o la difficoltà a mantenere tale rigidità peniena durante il rapporto. Quando il maschio si trova a dover affrontare tali problemi normalmente dovrebbe rivolgersi allo Specialista Andrologo per cercare di capire il motivo o i motivi del suo disagio sessuale e per avere indicazioni circa i rimedi o le soluzioni della sua disfunzione.In questi casi il paziente dovrebbe essere sottoposto ad un rigoroso processo diagnostico.

Il quadro clinico può essere analizzato mediante una accurata anamnesi , una attenta valutazione dei caratteri della Disfunzione Erettile , uno scrupoloso esame obiettivo , alcuni esami di laboratorio ed eventuali esami fisiologici o invasivi. La anamnesi patologica medica generale serve ad evidenziare i fattori di rischio. Il riscontro di riduzione del desiderio sessuale o altri elementi anamnestici possono indirizzare verso fattori endocrinopatici

Il Vibrector test

Le cause di tipo neurologico possono interessare una storia di diabete o di alcolismo con neuropatia periferica. Altre problematiche neurologiche generalmente precedono in modo più evidente la Disfunzione Erettile. È importante l'anamnesi farmacologica considerando anche l'uso ed abuso di stupefacenti sempre più frequentemente utilizzati. Secondo alcune stime circa il 25% dei casi sono dovuti a farmaci utilizzati per la terapia di altre malattie.(antipertensivi, antidepressivi, ansiolitici, barbiturici, gastrointestinali, diuretici,etc)

Ecografia peniena

È importante indagare come il paziente percepisce la propria Disfunzione Erettile. Vanno analizzati la modalità ed il tempo di insorgenza, la frequenza delle erezioni, la possibilità di avere una erezione spontaneamente nei preliminari, il carattere delle erezioni al risveglio, la possibilità di conseguire una rigidità adeguata ad ottenere una penetrazione e la possibilità di mantenerla fino all'orgasmo.

L'esame obiettivo deve rilevare i caratteri sessuali secondari ( peli, masse muscolari, grasso sottocutaneo, voce ), l'esame dei testicoli, dell'asta, l'esplorazione rettale per una valutazione prostatica, l'esame dei polsi arteriosi periferici, un esame neurologico della sensibilità perianale e del tono sfinteriale anale.

Sono opportuni esami del sangue che possano evidenziare malattie sistemiche misconosciute, quali l'emocromo, l'esame delle urine, la creatininemia, il profilo lipidico, la glicemia. La valutazione endocrina dovrebbe comprendere il testosterone, il testosterone libero, la prolattina, e gli indici di funzionalità tiroidea.

Rigiscan: tracciato alterato

Una volta eseguiti la anamnesi, l'esame clinico e gli esami di laboratorio ci possono essere elementi per sospettare un genesi psicogena, organica o mista.

Tra gli esami funzionali va ricordato lo studio delle erezioni notturne con il Rigiscan System che registra tutti i fenomeni erettili che si verificano normalmente nel corso del sonno, analizzandone la durata, la rigidità, le caratteristiche di andamento. Tale esame di semplice esecuzione al proprio domicilio, può essere utile nei pazienti che lamentano assenza totale di erezioni o in quelli in cui si possa sospettare una genesi psicogena primitiva. In effetti il paziente con deficit erettile psicogeno può avere normali erezioni notturne mentre quello con deficit di natura organica mostra erezioni notturne più o meno alterate.

Una volta rilevate condizioni patologiche particolari, il paziente può essere inviato a valutazioni specialistiche psicologiche, endocrinologiche o neurologiche.

Rigiscan: tracciato normale

Nei casi in cui si possano prospettare trattamenti non invasivi (Sildenafil , sistemi Meccanici o Iniezioni Intra Cavernose di Farmaci Vasoattivi) non sono necessari altri accertamenti. I pazienti che non rispondano a tali procedure possono essere sottoposti ad interventi di impianti protesici endocavernosi oppure essere avviati ad ulteriori esami preliminari di altre terapie invasive. In genere una risposta di buona rigidità alla Iniezione Intra Cavernosa indica una funzione arteriosa e veno occlusiva adeguata.

Rigiscan: gli anellini posizionati sul pene

Una risposta non adeguata alla Iniezione Intra Cavernosa può essere anche il risultato di una situazione ansiosa o della reazione adrenergica all'esame.

Gli esami che possono essere eseguiti per una valutazione più approfondita possono comprendere il Test di Audio Video Stimolazone Sessuale (AVSS ), l'ecocolordoppler penieno dopo somministrazione di farmaci vasoattivi, l'ecografia peniena basale e dinamica, la cavernosografia basale e dinamica e l' angiografia peniena dinamica. Tutti questi esami non sono sicuramente standardizzati e dovranno essere meglio codificati in futuro.

Altre Informazioni

Oppure se non sai quale trattamento scegliere è possbilie leggere le opinioni generali sui vari farmaci Quale trattamento scegliere?.

Info Impotenza e Trattamenti

Sotto troverete una piccola guida all'impotenza. Cliccate sui seguenti link per avere ulteriori informazioni sulla disfunzione erettile e i trattamenti disponibile per trattare questo disturbo.

Trattamenti Impotenza | Disfunzione Erettile Levitra Vardenafil | Farmaci Generici | Andrologo e Impotenza |Disfunzioni Erettili Levitra | Uprima | Uprima Italia |

Pagamenti assicurati da Geotrust

Secure Online Payment by Thawte